Hamish Fulton · RISPETTA LA MONTAGNA

CRISTALLI DEL MONTE BIANCO
collezione Eric Asselborn

invito Fulton
3 luglio – 26 settembre
Museo Transfrontaliero del Monte Bianco
Via Puchoz, 4  ——  COURMAYEUR
ORARIO:  11-12,30  — 16-19   chiuso lunedì
Entrata libera

A Courmayeur  il 3 luglio alle ore 18,  presso il Museo Transfrontaliero del Monte Bianco in Via Puchoz 4,  verrà inaugurata, dal Sindaco Fabrizia Derriard, la mostra di Hamish Fulton Rispetta la montagna e Cristalli del Monte Bianco Collezione Eric Asselborn alla presenza dell’artista e del collezionista.
La mostra, organizzata dal Comune di Courmayeur, é curata da Glorianda Cipolla, presidente dell’associazione culturale Art Mont Blanc di Courmayeur.
Nell’intento di richiamare l’attenzione di artisti e collezionisti sul massiccio del Monte Bianco e far diventare Courmayeur punto di riferimento del panorama artistico internazionale, la scorsa estate Art Mont Blanc ha invitato l’artista inglese di fama internazionale Hamish Fulton (Londra 1946 ), legato a Reinhold Messner, a scalare il Monte Bianco.
Fulton non è un pittore ed ama definirsi “walking artist”: la sua arte è “camminare”. Abbandonando i tradizionali mezzi espressivi delle arti figurative, egli si propone di comunicare in modo essenziale l’esperienza del camminare nella natura come gesto umano primario ed essenziale dell’uomo. Il rapporto ancestrale uomo-natura si perpetua nel camminare dal passato più remoto fino al presente e il camminare di fatto coincide con la vita stessa dell’uomo sulla terra. Si tratta di una realtà fondamentale in ogni tempo e in ogni momento, dalla preistoria ad oggi. Nel camminare sulla terra Fulton identifica la sua stessa esperienza umana, il percorso della sua vita come quello delle generazioni passate e future, delle civiltà e di tutto il genere umano. Dall’inseguire prede nelle foreste, dal condurre mandrie al pascolo al conquistare terre da coltivare, dalle migrazioni al commercio, l’uomo ha percorso la terra da sempre, traversato valli e fiumi, varcato foreste, conquistato montagne. Il camminare dunque non è un fatto contingente ma universale, che l’artista, avendone raggiunto la piena consapevolezza, ha il compito di comunicare. Comunicare non tramite la rappresentazione (che è sempre finzione, come diceva Picasso), o con una ricerca stilistica innovativa (non è la novità che lo interessa), o comunque con una qualche forma “materiale”, ma tramite la parola e l’immagine, coordinate in modo da coinvolgere in modo diretto e chiaro lo spettatore. Fulton scrive: «un’opera d’arte si può comprare, ma una camminata non si può vendere»; «camminare è la costante, il mezzo artistico è la variabile»; «No walk, no work».
La mostra comprende un grande wall text a parete, la fotografia in copia unica scattata sulla cima del Monte Bianco, alcune sculture e una quindicina di immagini fotografiche e ad acrilico, realizzate durante le sue camminate nei diversi continenti.

Accanto alle opere di Fulton il museo accoglierà un centinaio di rari e bellissimi cristalli di quarzo provenienti dal massiccio del Monte Bianco appartenenti al più importante collezionista del mondo di questi minerali, il francese Eric Asselborn. Verranno esposte anche tre famose fluoriti rosse, i quarzi fumé e quelli a torciglione, detti gwindels. La maggior parte di questi minerali sono esposti al pubblico per la prima volta. Essi son stati raccolti in quarant’anni di ricerche, estratti dai Cristallier in modo ecologico, a mano e con i soli strumenti dell’alpinista, così da preservarli dalla inevitabile distruzione per corrosione ad opera degli agenti atmosferici.
La passione per i cristalli è un altro modo di vivere la montagna, come l’alpinismo, lo sci e il trekking.

Cristalli 01 Cristalli 02
Italy 2010 PressB

Post a Comment

Your email is never shared. Required fields are marked *

*
*